Stabulario Perugia

stabularioATTIVITA'

Il Centro Servizi Stabulario Centralizzato opera, con riferimento allo Statuto e al Regolamento d’Ateneo, come unità di supporto alla ricerca sperimentale preclinica, sviluppata sugli animali da laboratorio, nell’ambito dell’Università degli Studi di Perugia.

Il Centro svolge la propria opera nel rispetto delle disposizioni di legge vigenti in materia a livello nazionale (DL.vo116/92) ed europeo (Direttiva 86/609/CEE) e con riferimento alle linee guida FELASA.

Il Centro offre agli utenti, abilitati all’uso della struttura secondo la rettorale n. 18172 del 03/04/07, ed in regola con le disposizioni di legge vigenti, l’opportunità di mantenere ed utilizzare ai soli fini di ricerca gli animali, di usufruire delle attrezzature ed apparecchiature presenti, di usufruire del supporto tecnico-scientifico e veterinario da parte del personale di ruolo operante nella struttura.

Il Centro, sulla base del regolamento interno, svolge le seguenti attività:

  • mantenimento e cura degli animali da laboratorio;
  • allevamento di ceppi di animali (topi) non reperibili sul mercato
  • vigilanza sull’applicazione delle norme legislative in materia di sperimentazione animale da parte delle figure competenti
  • supporto alla predisposizione delle documentazioni riguardanti i progetti di ricerca
  • consulenza e supporto alle manualità sperimentali svolte dagli utenti
  • supporto per i protocolli anestesiologici

Il Centro è autorizzato, con Decreto Ministeriale n° 34-2004 del 20/03/2003, al mantenimento ed utilizzo delle seguenti specie animali:

  • Topo (Mus musculus)
  • Ratto (Rattus norvegicus)
  • Cavia (Cavia porcellus)
  • Coniglio (Orictolagus cuniculi
  • Hamster (Mesocricetus auratus)
  • Gerbillo (Meriones unguiculatus)

 

CONFIGURAZIONE DELLA STRUTTURA 

  • Area convenzionale: comprendente 12 locali di stabulazione, 4 laboratori e 1 saletta chirurgica.
  • Area barrierata di allevamento interno costituita da:  4 locali di stabulazione ed 1 laboratorio
  • Area servizi, isolamento e quarantena: 3 locali